Addio a Dennis Ritchie padre di Unix e del “C”

25 ott 2011 · News ed Eventi

Scompare a 70 anni una delle menti più geniali del secolo digitale, inventore di sistemi operativi e piattaforme di programmazione. Grazie al suo lavoro oggi esiste Linux, l’Os libero più diffuso al mondo

NEW YORK –Un altro grande lutto nel mondo dell’informatica. E’ morto a 70 anni Dennis Ritchie: un nome meno noto di quello di Steve Jobs, ma senza il quale molte delle realizzazioni di Apple e dell’industria informatica non sarebbero mai nate.

Ritchie è stato, assieme a Ken Thompson, una delle menti principali dietro lo sviluppo del linguaggio Unix e inventore del linguaggio di programmazione C, con la sua impostazione ad oggetti. Un genio poco noto, eppure autore di un lavoro fondamentale su cui oggi si basa una parte consistente del nostro ecosistema digitale.

Ritchie ha iniziato la sua attività ai Bell Labs, alla fine degli anni Sessanta, lavorando sul linguaggio macchina. Dallo sviluppo di Unix è poi derivato quello che oggi è il sistema operativo open source e gratuito più diffuso al mondo, Linux, nelle sue numerose varianti. E anche il blasonato Mac Os X basa la sua archittettura su Unix, realizzato nel 1971 grazie al prezioso contributo di Ritchie. Il linguaggio C venne dopo il B, sempre progettato e realizzato da lui durante gli anni trascorsi ai laboratori Bell.

Per il suo contributo decisivo nell’informatica, Ritchie ha ricevuto, insieme a Thompson, il prestigioso premio Turing nel 1983.

Repubblica.it > Tecnologia