Arrestato latitante camorra grazie a foto su Facebook

1 set 2011 · Uncategorized

Ancora una volta Facebook da una mano alla giustizia.

Un’operazione congiunta condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli e la Guardia Civil spagnola, ha portato all’arrestato in Spagna, del latitante Salvatore D’Avino, legato al clan camorristico dei Giuliano e che figurava nell’elenco dei 100 ricercati di massima pericolosità.

Il modo in cui il latitante 39enne è stato rintracciato è alquanto particolare, infatti, la fidanzata dell’uomo, a dispetto dei due ordini di carcerazione emessi dalla magistratura partenopea, ha pubblicato su Facebook alcuni scatti che la ritrevano con l’uomo nei pressi di Marbella.

D’Avino ha ricevuto una condanna a circa 20 anni di reclusione per traffico e spaccio di droga aggravati dalla metodolgia mafiosa. I militari che hanno condotto l’operazione hanno spiegato che il latitante era fuggito da diversi anni in Marocco, ma la sua compagna, una cittadina marocchina, con una falsa identità era riuscita a raggiungere la Spagna per partorire e D’Avino l’aveva seguita alcuni giorni fa.

La donna, però, aveva anche pubblicato su Facebook alcune proprie fotografie in diverse località turistiche della Costa del Sol, che hanno permesso agli inquirenti di scoprire il rifugio del suo compagno.

PianetaTech.it