Auto elettrica sì, se alimentata da fonti rinnovabili

14 feb 2012 · News ed Eventi

L’elettricità derivata da petrolio, gas o carbone aggraverebbe il problema dell’inquinamento. Questa la conclusione di uno studio pubblicato in Germania

Le auto elettriche potrebbero segnare la mobilità di domani, sempre più proibitiva per i mezzi a combustibile. Vedi il caso Area C a Milano. Ma perché ciò succeda, e in modo positivo, è fondamentale incrementare l’uso delle energie rinnovabili. Questa la conclusione dell’Istituto per la ricerca ecologica Oeko-Institut, in Germania, dove si afferma che il problema dell’inquinamento si combatte con l’auto elettrica solo quando supportata da un aumento di erogazione dell’energia derivata da fonti green. La mera immissione su strada di veicoli elettrici potrebbe aggravare l’inquinamento dell’aria, anziché abbassarlo. L’alto consumo di corrente che si prevede con una simile mobilità impone una nuova politica energetica.

Qualora la ricarica elettrica derivasse da f onti non rinnovabili (carbone, petrolio, gas), l’auto diverrebbe  una nuova causa di smog. Ancora una volta emerge quale sia la vera soluzione per la mobilità di domani: non tanto, o meglio, non solo un nuovo veicolo dalla tecnologia non inquinante, quanto una rete di distribuzione (energetica) strategicamente dispiegata e, soprattutto, alimentata da fonti pulite. Anche per questo, Smart E Renault stanno stringendo accordi con compagnie energetiche, nei Paesi in cui lanceranno la Fortwo  e la Twizy, affinché la circolazione avvenga grazie a un’energia davvero rispettosa dell’ambiente.

foto: Corbis

wired – Wired.it