Come trovare l’ora di luce ideale per scattare foto fantastiche

1 mar 2011 · News ed Eventi
A ognuno di noi, almeno una volta, sarà capitato di voler uscire all’aperto a fotografare bei paesaggi o immortalare un evento, o, forse più di frequente, di trovarsi in vacanza davanti ad un bel monumento o in un museo. Come i fotografi sanno bene, non è facile fare scatti memorabili. Una componente fondamentale, se non primaria, è rappresentata dalla luce, dalla sua quantità e angolazione. In particolare, esistono due momenti della giornata in cui la luce è più calda e distesa, le ombre più lunghe e ciò conferisce alle foto un’atmosfera straordinaria.
  1. Esiste un modo semplice e rapido per conoscere esattamente, a seconda della zona geografica in cui vi trovate e della stagione, la cosiddetta Golden Hour, vale a dire l’ora di luce, sia all’alba che al tramonto, in cui il sole, per la sua posizione particolare nel cielo, vi garantisce scatti ben esposti e con la luce ottimale. Lo fa per voi il Golden Hour Calculator al sito:
    http://www.golden-hour.com/
  2. Non appena andate al sito web sopra riportato, accederete ad una schermata come quella in figura. Dopo alcuni secondi di attesa, esso è in grado di elaborare la posizione geografica in cui vi trovate sulla base del vostro indirizzo IP, e di fornirvi conseguentemente la Golden Hour. Se sulla mappa viene visualizzata una città o un’area che non corrisponde a quella in cui risiedete (può capitare), potete sempre selezionarla manualmente dal menu Location, in alto a destra.
  3. Vediamo più nel dettaglio come è strutturata l’interfaccia e che tipo di informazioni fornisce.In alto vengono indicate le coordinate terrestri a cui vi trovate, ovvero latitudine e longitudine. Immediatamente sotto, sono riportate due ore differenti: la prima è l’Universal time (UT) che rappresenta l’orario secondo il sistema di riferimento internazionalmente utilizzato, quello basato sul meridiano di Greenwich, secondo quello che è il Greenwich Mean Time (GMT); la seconda è la Local time, l’ora locale. In Italia, naturalmente, la differenza temporale rispetto al meridiano di Greenwich è di 1 ora, come anche indicato in Timezone Offset che indica la differenza, in ore, rispetto al meridiano centrale di riferimento. Al centro compare, poi, la mappa geografica dell’area in cui vi trovate, in cui è possibile zoomare con la rotellina del mouse, oppure con e , e cambiare anche la modalità di visualizzazione in Ibrida, cliccando su a destra.

  4. Nella parte bassa, invece, compaiono le informazioni che più ci interessano. Prima di tutto, ci vengono indicate le ore di alba e tramonto, rispettivamente Sunrise e Sunset, con la rispettiva durata, equivalente alle ore di luce complessive (Day lenght), l’ora di massima luminosità in cui il sole raggiunge la massima altezza (Culmination), a seguire la posizione attuale del sole, in gradi di altitudine (Now altitude), la massima altezza del sole (Maximum altitude).
  5. In basso, nel disegno, le due strisce gialle individuano la Golden Hour, la prima è relativa alla durata della Golden Hour all’alba, la seconda quella al tramonto. Come potete vedere, vi indica esattamente inizio e fine. In più, semplicemente passando col mouse sul sole alle varie altezze, vengono fornite altre utili informazioni quali ora, altezza del sole e azimut.

PianetaTech.it