Compleanno per Google Chrome In tre anni la scalata dietro i big

7 set 2011 · News ed Eventi

Con il 23% del mercato, è il terzo browser più usato dalla rete. Lanciato il primo settembre 2008: vincente la formula dell’integrazione con gli altri servizi del motore di ricerca

“Happy birthday, Chrome!”: così s’intitola il post con cui lo staff di Mountain View festeggia il terzo anno di vita del suo browser. Lanciato con un fumetto nell’agosto del 2008, poi ufficialmente il 1 settembre di quell’anno, Chrome si è velocemente affermato e ora detiene il terzo posto sul podio degli interfaccia con cui gli utenti navigano in rete. Nel post del blog ufficiale Ben Goodger e Darin Fisher, ingegneri informatici, riepilogano le caratteristiche con cui Chrome si è affermato sulla rete: semplicità, velocità, sicurezza.

Il “browser del futuro”. Seguendo strettamente Internet Explorer e Firefox, Chrome oggi vanta il 23% del mercato, stando ai dati di Stat Counter. Utenti conquistati in soli tre anni grazie all’integrazione con tutti i servizi di Google, usati da milioni di utenti. Fra le innovazioni con cui il browser di big G si è distinto dagli altri, spicca il Chrome Web Store, negozio virtuale dove scaricare o acquistare applicazioni, plugin ed estensioni. Un “mercato” virtuale che è diventato la chiave per affermare i Chromebook, computer portatili che hanno Chrome come sistema operativo e unico spazio di lavoro.

L’interattività. Anche l’interattività

gioca un ruolo fondamentale: per Chrome Google ha puntato tutto su Html5, linguaggio di programmazione che permette di integrare animazioni, grafica e video, in una sola pagina di codice, senza dover lanciare applicazioni esterne, come Flash. Fino ad arrivare al WebGL, una struttura che permette di integrare animazioni grafiche in 3D.

La storia. In una infografica interattiva che riassume la storia dei browser dalla loro prima apparizione (il 22 aprile 1993, con il pionieristico Mosaic), Google ricostruisce anche i propri passi per farsi strada in un mercato fondamentale. I browser sono le finestre da cui ci affacciamo sulla rete, e il colosso californiano li sta trasformando in una vera e propria piazza, dove navigare, comunicare e fare acquisti. Lanciando Chrome, Google si riproponeva di “ricominciare da zero”, proponendo una navigazione basilare, pulita, dove fosse presente solo il necessario. Oggi, alla semplicità della grafica, si aggiungono le moltissime opzioni che l’utente può installare sul browser.

Repubblica.it > Tecnologia