Docs, agenda e mail offline Chrome OS diventa adulto

10 set 2011 · News ed Eventi

Adesso il sistema operativo lanciato da Google può lavorare anche senza la connessione di rete. Uno step fondamentale per il successo dei Chromebook. Ecco come funziona di FRANCESCA SIRONI

GOOGLE ha compiuto un altro passo verso la maturità di Chrome, non solo come browser ma anche come sistema operativo. Da oggi il software di navigazione del colosso di Mountain View consente l’utilizzo offline di alcuni suoi servizi, i più diffusi: Gmail, Calendar e Docs. L’obiettivo è quello di garantire l’accesso a mail e agenda offline, superando un limite che ha rallentato non poco, nei primi mesi di vita, la diffusione dei computer basati su Chrome OS, il sistema operativo incentrato sul fortunato browser di Google. Ma anche da Windows e Mac si potrà godere di quest’innovazione, naturalmente usando Chrome come browser. La notizia è stata pubblicata sul blog ufficiale della compagnia californiana.

Come funziona. Gmail Offline è un’applicazione scritta in html5, che si installa gratuitamente dallo store online di Chrome. A poche ore dal lancio, è stata scaricata più di 5000 volte, e il rank, naturalmente, è altissimo. la struttura della nuova versione del programma di posta di Google si rifà all’applicazione su mobile, in particolare a quella che troviamo sui telefonini col sistema operativo Android: un menu a sinistra con tutti gli oggetti, e a destra l’espansione del contenuto. Per Calendar e Docs la novità è un semplice tasto nel menu in alto a destra: “Abilita la navigazione offline”, per salvare la propria attività senza essere connessi alla rete. Benoît de Boursetty, product manager del gruppo, ha illustrato sul blog di Google gli aspetti

più innovativi delle nuove app, tra cui l’aggiornamento automatico del contenuto non appena si stabilisce una connessione e la possibilità di editing offline dei documenti: “Quando abbiamo annunciato il Chromebook, il notebook ‘cento per cento Web’, abbiamo anticipato che stavamo lavorando per offrire possibilità di accesso offline alle nostre applicazioni web e oggi queste sono realtà”.

Più appeal per i Chromebook. Questa app e gli aggiornamenti di Calendar e Docs aumenteranno di sicuro l’appeal dei computer portatili basati Chrome OS. I Chromebook, in Italia prodotti per ora solo da Samsung, sono dotati di una piccola unità a stato solido, ovvero non hanno hard disk al loro interno: tutto avviene e si salva in “cloud”, ovvero sui server-nuvola della compagnia di Mountain View. Il desktop sparisce: avviando il computer l’unico spazio di lavoro è il browser, Chrome, su cui si naviga salvando dati e azioni sul proprio account di Google. Grazie alle migliaia di applicazioni presenti nello store, tramite browser si possono compiere le più svariate attività, dai giochi alle funzioni di testo, calcolo, elaborazione grafica e video. Nessun aggiornamento di sistema quindi, nessun disco di installazione: software e documenti sono ospitati in rete e aggiornati automaticamente a ogni avvio. Tutto, potenziato dalle funzioni dell’html5, il nuovo linguaggio del web che permette di integrare grafica, animazioni e video senza lanciare programmi terzi (come Flash): tutto si scrive sulla stessa pagina di codice.

Non solo 3G
. Da oggi gli appassionati che hanno acquistato un Chromebook potranno così controllare, archiviare e scrivere documenti e mail anche offline. Anche in un dispositivo pensato per stare la maggior parte del suo tempo online. La connessione 3G, quando c’è, da sola non basta a dare la massima usabilità. per questo le nuove funzioni di Chrome OS soddisfano un’esigenza espressa sino dagli inizi dai suoi utenti. “Il mondo di oggi non rallenta quando non siamo connessi  –  afferma Benoît de Boursetty nel suo post – ed è per questo che avere la possibilità di lavorare da qualsiasi luogo, con qualsiasi dispositivo e a qualsiasi ora ci mette in una condizione di vantaggio. Per rendere tutto questo possibile, stiamo potenziando ogni giorno le capacità del nostro browser. Questi annunci sono solo l’inizio”.

Repubblica.it > Tecnologia