Edilizia, più veloci le pratiche digitalizzate

5 ago 2011 · News ed Eventi

La sicurezza nei cantieri edili e il monitoraggio dell’attività edilizia passa anche attraverso la digitalizzazione di tutte le pratiche burocratiche relative. E’ la procedura che Emilia-Romagna e Liguria sono pronte ad avviare, grazie a un accordo che adesso diventa operativo

 

Emilia-Romagna e Liguria tentano la strada della collaborazione per la semplificazione delle procedure autorizzative in materia di edilizia.

L’obiettivo è ridurre al minimo o eliminare il cartaceo per fare invece affidamento sulla gestione digitale di tutti documenti, con la certezza oltrettutto che siano stati tutti correttamente compilati.

Si potrebbe così arrivare all’eliminazione di qualcosa come centomila pratiche cartacee con un contemporaneo e costante monitoraggio dell’attività edilizia.

Commenta così l’inizio della collaborazione tra Emilia-Romagna e Liguria l’assessore alle attività produttive della Regione Emilia-Romagna, Gian Carlo Muzzarelli: “Si tratta di un passo in avanti verso una vera semplificazione e la riduzione della burocrazia. Tra le novità, c’è il fatto che il collegamento tra le informazioni del titolo abilitativo edilizio e la notifica preliminare consente anche di individuare l’indice di rischiosità dell’intervento edilizio, permettendo così alle Ausl di programmare e coordinare l’attività di vigilanza nei cantieri. Questo significa che snellimento burocratico, vigilanza e sicurezza procedono di pari passo”.

Le città scelte per la sperimentazione sono Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

 

 

http://www.quotidianocasa.it/2011/07/18/edilizia-3/