Agcom: Italiani i più incollati a Facebook, primi nel mondo

1 Jul 2011 · News ed Eventi

Iscritti in 20 milioni, ci passano circa 9 ore e mezza.
L’Italia è la prima nazione al mondo, insieme al Brasile, per penetrazione dei social media (86% secondo i dati Nielsen), seguita poi dalla Spagna con il 79%

Gli italiani sono tra i più avidi consumatori al mondo di social network. Il primato spetta a Facebook il social network più diffuso, che negli ultimi due anni si è affermato in modo straordinario, in linea con quanto accaduto a livello mondiale, ma con peculiarità italiane.
Non solo, infatti, ha visto quasi raddoppiare i propri utenti unici (da 11 a 20 milioni), ma è aumentato anche il tempo medio per utente, che, oggi, raggiunge un livello (quasi 9 ore e mezza) che non ha eguali al mondo tra gli altri siti.

In definitiva, Facebook in due anni è diventato il secondo sito più visitato con una penetrazione pari al 78% degli utenti attivi dopo Google, ma primo per permanenza e attività media. Questo il quadro tracciato nella relazione dell’Autorità per le comunicazioni illustrata oggi dal presidente, Corrado Calabrò, al Parlamento. Dati da cui emerge che “l’Italia è la prima nazione al mondo, insieme al Brasile, per penetrazione dei social media (86% secondo i dati Nielsen), seguita poi dalla Spagna con il 79%”.

Un fenomeno, quello dei social network che, come ha messo in evidenza il presidente, sta cambiando la società, il costume, le forme di democrazia, l’uso dei diritti”. “I social network si rivelano ineguagliabili per fare degli individui gruppo”, ha detto Calabrò. “Anche i comportamenti personali ne risultano fortemente influenzati: alla riservatezza è subentrata l’ostensione, e talora l’ostentazione, dell’intimità. La sfera privata è di dominio pubblico”, ha aggiunto.

100tech