Agcom, una guida per i consumatori

23 Jan 2011 · News ed Eventi

Pubblicato un documento per far conoscere a tutti gli utenti del Belpaese i propri diritti nel settore delle comunicazioni elettroniche. Attenzione ai contratti, alle tariffe e ai messaggi promozionali ingannevoli

Roma – Si intitola i diritti dei consumatori nel mercato dei servizi di comunicazione elettronica ed è una recente guida informativa pubblicata dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom). Un documento nato per “semplificare e rendere accessibile a tutti gli utenti la conoscenza dei propri diritti nel settore delle comunicazioni elettroniche, individuando per ciascun problema le disposizioni da applicare e le procedure per segnalare disservizi, ottenere risposte, far valere le proprie ragioni”.”Questo testo vuole essere uno strumento continuamente aggiornato e di facile consultazione – ha spiegato il presidente di Agcom Corrado Calabrò – tramite il quale il consumatore possa agevolmente conoscere, per tutti i servizi che quotidianamente utilizza, quali sono le regole previste dall’Autorità per tutelarlo e quali diritti, quindi, possa far valere nei confronti degli operatori. Solo, infatti, la completa conoscenza delle disposizioni regolamentari può consentire, ad ogni singolo utente, il consapevole esercizio dei propri diritti”.

Dunque una sorta di manuale che sia di rapida consultazione, redatto dalla Direzione Tutela dei Consumatori nell’ambito delle attività di collaborazione previste dal protocollo d’intesa con le Associazioni di Consumatori (AACC). Una pubblicazione divisa per argomenti, volta ad illustrare i principali tipi di offerta agli utenti, in particolare soffermandosi sui singoli servizi (che siano fissi, mobile o legati alla pay TV). Agcom ha previsto anche un vademecum sui vari strumenti a disposizione dei consumatori, tra cui call center e reclami.

L’Autorità intende così mettere in guardia milioni di utenti del Belpaese, sottolineando quanto sia importante leggere in maniera approfondita le varie condizioni contrattuali. Ma anche analizzare le singole tariffe imposte dagli operatori e richiedere sempre la specifica carta dei servizi. Da ricordare anche il fatto come molti contratti possono essere siglati per via telefonica o telematica, condizione che imporrebbe ulteriore attenzione a quanto detto magari con eccessiva superficialità. La guida invita poi a diffidare da messaggi promozionali legati a numeri a sovrapprezzo o che invitino a cliccare sul determinati link.

Mauro Vecchio

Punto Informatico