Java 7: si inizia con la prima

13 Jul 2011 · News ed Eventi

Java Logo CupIn sole tre settimane, il 28 luglio, Oracle prevede di rilasciare la prossima versione del linguaggio di programmazione Java.

Nel frattempo Mark Reinhold, Chief Architect del gruppo Java Platform di Oracle, ha annunciato la pubblicazione la prima release candidate del JDK 7 (Java Development Kit).

Le 13 modifiche apportate alla release candidate sono prevalentemente di natura amministrativa e non hanno influenzato il codice vero e proprio.

Reinhold ha affermato che questa release candidate potrebbe essere la prima e anche l’ultimo, a condizione che non si scoprano “bug bloccanti” e che il Java Community Process (JCP) dia il via libera come previsto della JSR 336 (Java Specification Request) del JDK 7.

È però doveroso segnalare che, anche se le date di rilascio saranno rispettate, saranno comunque trascorsi più di quattro anni e mezzo dal rilascio di Java 6 e i cambiamenti, dopotutto, resteranno comunque modesti.

Gli sviluppatori possono aspettarsi di vedere più cambiamenti nella successiva Java 8, prevista per la fine del 2012.

Java 7 includerà il supporto alle lambda expressions (finalmente, ndr.) e Java modularity.

Per Java 7, invece, Oracle ha deciso di concentrare gli sforzi di sviluppo sul miglioramento delle performance, sull’applicabilità generale, l’integrazione e la produttività.

La maggior parte dei “miglioramenti delle prestazioni” saranno disponibili come estensioni delle funzioni di libreria (standard, ndr.), come la JSR 166y (Fork/Join) e la “New I/O API” (NIO.2) della JSR 203.

La categoria delle modifiche relative alla “applicabilità generale” del linguaggio comprende principalmente le estensioni per la Java Virtual Machine (JVM), come il JSR 292 (supporto ai linguaggi di programmazione dinamici sulla piattaforma Java).

Le modifiche relative alla “integrazione” riguardano soprattutto gli aggiornamenti degli standard attuali, come Unicode e Java cryptography.

PianetaTech.it