Firefox, nativo su Android

26 ott 2011 · News ed Eventi

Il browser Mozilla è pronto a rinunciare agli addon, pur di massimizzare le prestazioni con l’interfaccia predefinita dell’OS Google. Questione di velocità

Roma – I laboratori Mozilla spingono ancora più forte sul mobile, per convincere gli utenti Android a navigare con l’apposita versione di Firefox piuttosto che con il browser predefinito integrato nel sistema operativo Google.La nuova versione di Firefox per Android, attualmente in sviluppo, promette di snellire tempi di avvio, zoom e scorrimento delle pagine web, utilizzando anche meno memoria e meno batteria rispetto al passato. Ma per raggiungere il traguardo ci sarà un prezzo da pagare.

A quanto pare il motore di rendering Gecko rimarrà al suo posto, ma il prossimo browser Mozilla si appoggerà alla tecnologia nativa di Android per diventare molto più reattivo, invece di utilizzare l’interfaccia proprietaria XUL basata sul linguaggio XML.

Abbandonare XUL significa però tagliare fuori gli addon incentrati su questa storica GUI che gestisce l’architettura front end di Firefox. Il portavoce Mozilla, Johnathan Nightingale, ha confermato che molto probabilmente le estensioni non verranno incluse nel progetto. Per Nightingale massimizzare le prestazioni è comunque più importante della personalizzazione con i componenti aggiuntivi.

I lavori per la nuova interfaccia utente Android di Firefox sono già iniziati, ma Mozilla non ha ancora comunicato una data per l’uscita di questa rivoluzionaria release. Le versioni 8 e 9 del browser per smartphone e tablet continueranno ad uscire con l’interfaccia utente XUL.

Roberto Pulito

Punto Informatico