Fra cloud e digitalizzazione. Le Pmi che ci credono

5 lug 2011 · News ed Eventi

Il cloud computing supporta la crescita internazionale di un network di centri clinici in franchising. E con il Voip migliora la comunicazione con gli stabilimenti esteri

 

C’è chi sta già provando con soddisfazione la strada del cloud computing, chi ha fatto ricorso alla Unified communication per migliorare i contatti con gli stabilimenti all’estero e chi ha cercato di migliorare i processi di back office con la gestione documentale.

 

Tre esempi di aziende di differenti dimensioni che, con successo, hanno fatto ricorso all’Information & communication technology.

 

BrainCare
12 dipendenti – Padova

Un’architettura It basata sul cloud computing per supportare la crescita internazionale di un network di centri clinici in franchising
BrainCare è una start up che opera nel settore della riabilitazione della persona con disturbi cognitivi conseguenti a disfunzioni cerebrali. Oggi BrainCare è presente in Italia con quattro centri clinici di proprietà e tre centri in franchising.

Gli obiettivi di crescita prevedono l’apertura di 47 nuovi centri in Italia e 250 in Europa entro la fine del 2012. Tutti i centri clinici sono connessi alla rete dati di BrainCare e utilizzano il sistema informativo Tener-a-mente 2.0 basato sui paradigmi del Cloud Computing, in grado di supportare il network di centri affiliati. La piattaforma applicativa, interamente basata su tecnologia Web, integra al proprio interno il sistema gestionale per l’amministrazione, i sistemi per la gestione dell’operatività dei centri clinici e il portale Web dedicato ai pazienti. Il data center di un provider di servizi di hosting ospita i sistemi informativi di BrainCare. In tal modo l’azienda può richiedere al provider l’allocazione di maggiori risorse elaborative al sistema Tener-a-mente 2.0, proporzionalmente alla crescita del network di centri clinici. Lo start up dei nuovi centri avviene in breve tempo, attivando i corrispondenti servizi It ed allocando la necessaria capacità elaborativa addizionale presso il data center del fornitore. BrainCare ha razionalizzato gli investimenti It e non ha la necessità di investire in un data center di proprietà e in nuovo hardware da gestire direttamente o da localizzare presso i centri. La centralizzazione del parco applicativo consente all’azienda di avere un maggior controllo sull’attività dei centri sia dal punto di vista gestionale sia dal punto di vista clinico, con la garanzia che ciascun centro applica processi codificati centralmente, garantendo ai clienti un elevato livello di servizio.

 
Edis
250 dipendenti – 18 milioni di euro
Modena

Una soluzione di Unified communication per migliorare la collaborazione con gli stabilimenti esteri
Edis ha adottato una soluzione Cisco Unified communications, per migliorare la comunicazione tra gli stabilimenti nell’area di Modena e in Romania. Edis, attraverso investimenti graduali nel tempo, ha adottato centralini Ip per collegare le sedi italiane con la sede in Romania, sfruttando la preesistente connessione Vpn. Ciascuna postazione di lavoro è stata dotata di un telefono Ip collegato alla rete Lan aziendale. Le comunicazioni tra le sedi italiane e rumene sono a costo zero, mentre per le comunicazioni internazionali le chiamate vengono veicolate in modo da minimizzare i costi. E’ allo studio l’integrazione tra il sistema telefonico ed il software gestionale/Crm, che permetterà di utilizzare il numero telefonico del chiamante per visualizzare automaticamente sul monitor del computer le informazioni riguardanti il cliente/fornitore (stato degli ordini e pagamenti). Inoltre, è stato adottato il monitoraggio remoto dei macchinari, per il quale viene utilizzata presso lo stabilimento rumeno una telecamera wireless, connessa alla rete. I tecnici italiani possono verificare eventuali guasti sui macchinari, guidando telefonicamente le riparazioni grazie alle immagini inviate dalla telecamera. Infine, è in fase di sperimentazione l’attivazione di postazioni di lavoro mobili per il telelavoro. Questo strumento permette di stabilire connessioni sicure con i sistemi informativi aziendali (utilizzo del software gestionale, file e documenti sui server aziendali e posta elettronica), e di avere a disposizione una rete wireless, dedicata ed indipendente rispetto a quella utilizzata dai membri della famiglia. Saranno così disponibili a domicilio i servizi della rete aziendale, incluso l’interno telefonico aziendale. L’adozione della tecnologia Voip per le conversazioni telefoniche ha contribuito al contenimento dei costi delle chiamate verso l’esterno, in particolare per le conversazioni da e verso la Romania. L’utilizzo della telecamera per il monitoraggio degli impianti ha consentito di migliorare l’efficacia dell’assistenza remota, riducendo al contempo le trasferte dei tecnici all’estero.

 


Gruppo Essepienne

200 dipendenti – 30 milioni di euro
Bologna
Una piattaforma di gestione documentale per migliorare l’efficienza dei processi di back office e il livello di servizio per i pazienti
Il Gruppo Essepienne opera nel settore sanitario e comprende 13 strutture sanitarie localizzate in provincia di Bologna. I centri sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale e offrono un ampio portafoglio di servizi per la salute che comprende la diagnostica, la specialistica, la fisioterapia e la riabilitazione. Il Gruppo ha adottato una piattaforma di gestione documentale per archiviare la documentazione cartacea, costituita da 250 mila fatture annue e oltre un milione di pagine in formato A4 di documentazione clinica.
La gestione di tali flussi informativi è un aspetto importante per Essepienne, perché ha impatto sulle prestazioni interne di efficienza nella gestione del rapporto di convenzione con l’Asl di Bologna e sulle prestazioni di efficacia verso i clienti. Il Gruppo ha quindi adottato una piattaforma software per l’archiviazione delle immagini digitali dei documenti e ha istallato 51 scanner presso le strutture sanitarie. Successivamente, Essepienne ha attuato la digitalizzazione dell’intera documentazione cartacea. Attraverso il portale Web www.circuitodellasalute.it, i pazienti possono accedere a un’area riservata del sito dalla quale è possibile scaricare le fatture e la documentazione medica. L’archiviazione sostitutiva ha consentito un risparmio dei costi per l’acquisto di carta e per la movimentazione dei documenti.
Ogni struttura sanitaria, infatti, consegna mensilmente alla Asl di Bologna un Dvd che sostituisce la spedizione di archivi cartacei del peso di diverse centinaia di chilogrammi. Inoltre, i processi di back-office risultano più snelli e il personale di Essepienne impiega meno tempo in attività di ricerca di documenti in estesi archivi cartacei. Inoltre, è migliorato il livello di servizio per i clienti, che possono reperire in pochi click la documentazione clinica e le fatture in tempo per usufruire dei benefici fiscali.

 

 

http://www.lineaedppmi.it/articolo.php?aId=0000089923&cId=45&cpId=7&n=Fra+cloud+e+digitalizzazione.+Le+Pmi+che+ci+credono+