Huffington Post batte il Nyt Il sorpasso del “superblog”

16 giu 2011 · News ed Eventi

Clamoroso balzo del sito acquisito da Aol lo scorso febbraio: a maggio i contatti sono stati 35,6 milioni, ben 6 in più rispetto ad aprile. Il sito del NYT, nonostante da marzo sia a pagamento, si mantiene sui 33 milioni, ma la sua espansione frena. In cima alla classifica americana Yahoo News e Cnn

NEW YORK – La consultazione dell’informazione sul web è entrata nell’elenco dei gesti quotidiani più diffusi in tutto il mondo. Un’abitudine che, proprio per la sua globalità, rende davvero storico il sorpasso operato in America dalla testata online Huffington Post ai danni del sito di un’istituzione come il New York Times. Nel mese di maggio, secondo quanto riportano diversi siti specializzati Usa, i singoli contatti registrati da Huffington Post sono stati 35,6 milioni, mentre il NYT ne ha totalizzati 33,6. Ma ancor più sorprendente è il balzo nei contatti compiuto da Huffington Post rispetto al mese precedente: quasi sei milioni in più (ad aprile erano stati 29.9 milioni).

E’ importante sottolineare come anche il sito del New York Times abbia registrato un incremento, seppur di entità decisamente più lieve, visto che in aprile i contatti erano stati 32,9 milioni. Ma il trend positivo assume un significato superiore a quello delle nude cifre, perché evidenzia come il sito del New York Times abbia “retto” nonostante da fine marzo sia a pagamento. Scelta che, se da un lato ha ampliato i ricavi, dall’altro ne ha sicuramente frenato l’espansione in un settore, l’informazione online, che vede al primo posto negli Usa Yahoo news, con 90,3 milioni di contatti, seguito da Cnn con 82,3 milioni sempre nel mese

di maggio, secondo i dati diffusi da comScore.

Allo stesso tempo, viene confermata la previsione di chi aveva immaginato un’espansione della popolarità di Huffington Post dopo l’acquisizione della testata da parte di Aol lo scorso febbraio, a dispetto di un suo possibile “ammorbidimento”. Nel maggio di un anno fa, infatti, ben prima che America On Line investisse 315 milioni di dollari per far suo il sito diventato popolarissimo durante la campagna elettorale di Barack Obama, Huffington Post contava 23,8 milioni di contatti a maggio, mentre il New York Times era sempre a 32,2 milioni.

Huffington Post è stato fondato nel 2006 dalla giornalista di origine greca Arianna Huffington. Nato come spazio per i blogger, da allora ospita notizie, opinioni di semplici cittadini o anche personalità dello spettacolo o della politica, giocando soprattutto sulla formula del “superblog”: un gruppo di giornalisti pagati e un ampio numero di collaboratori e blogger che popolano la piattaforma per ottenere visibilità. Col passaggio ad Aol, la formula non è cambiata, ma la Huffington ha dovuto affrontare i malumori di blogger stanchi di scrivere gratis e vedere altri intascare montagne di dollari. “Scrivere per il Post – aveva risposto seccamente la Huffington – equivale ad andare in tv in un talk show di grande popolarità. Vuol dire visibilità massima. E se qualcuno decide di andarsene, sono in tanti pronti ad occupare quegli spazi”.

Repubblica.it > Tecnologia