I 10+ migliori “Virtual CD/DVD” gratuiti per Windows e Linux

14 ott 2011 · News ed Eventi

Ci siamo già occupati abbondantemente in passato delle immagini CD/DVD e dei tanti vantaggi che è possibile ottenere tramite l’uso di file di questo tipo.

Per chi fosse completamente digiuno in materia, basti dire che i file ISO (e formati affini) costituiscono copie digitali di dischi ottici, come CD, DVD o BD (Blu-ray Disc). Storicamente, queste immagini vengono masterizzate su un supporto fisico “vergine” per ottenere una copia in tutto e per tutto uguale all’originale, compresi i file nascosti, il settore che consente di renderli “bootabili” ed i vari metadati come l’etichetta o la data di masterizzazione (per maggiori informazioni, si rimanda all’articolo “Gestire le immagini CD” pubblicato su queste pagine qualche anno addietro).

Al giorno d’oggi però, scrivere le immagini su media fisico è indispensabile solamente in caso si stia cercando di ottenere un Live CD oppure se il file veicola la procedura di installazione di un nuovo sistema operativo. In tutte le altre circostanze, si preferisce ricorrere ad un programma che consenta di “montare” direttamente l’immagine stessa, ovvero far credere al PC che si tratti di un disco vero e proprio inserito all’interno di un lettore addizionale

Cover.jpg

I vantaggi di questo approccio sono evidenti. Oltre a risparmiare il costo del supporto ottico, ci si guadagna anche in termini di comodità ed immediatezza: non è necessario attendere diversi minuti affinché il disco sia scritto correttamente (e, magari, verificarlo con CDCheck) o trasportarlo sempre all’interno della borsa con il notebook, perché tutto è comodamente salvato sull’hard disk.

Nel corso di questo articolo, presenteremo i migliori programmi atti allo scopo. Prima di proseguire, segnalo solamente che queste soluzioni non sono indispensabili se volete solamente estrarre i file contenuti da un’immagine CD/DVD in formato ISO. Tutti i migliori gestori di archivi compressi, quali l’ottimo 7-Zip, sono infatti in grado di aprire e scompattare i file “.iso” come se si trattasse di tradizionali “.zip”.

MegaLab.it – Articoli