Imparare senza studiare tramite una macchina è realta: ecco la nuova tecnologia!

30 dic 2011 · News ed Eventi

Gli appassionati di film di fantascienza e non si ricorderanno certamente delle scene del colossal Matrix in cui i protagonisti potevano imparare tantissime nozioni su qualsiasi argomento in pochissimi istanti, senza alcuna fatica e sfruttando una speciale tecnologia “futuristica”. Quella tecnologia potrebbe ora diventare realtà!

La Boston University (BU) e l’ATR Computational Neuroscience Laboratories di Kyoto, Giappone, hanno messo a punto una sorprendente macchina in grado di istillare nella mente tantissime informazioni su svariati argomenti in pochissimo tempo. Procedura che altrimenti necessiterebbe di mesi, se non anni, di duri studi universitari e esperienza sul campo. Immaginate ad esempio di poter imparare a suonare il pianoforte o ricordare a memoria tutte le nozioni utili ad una professione senza dover aprire alcun libro e senza dover perdere nemmeno un minuto in lezioni e apprendistati. Un sogno che tutti almeno una volta da bambini (e ancora oggi) hanno fatto e che in un futuro non molto lontano potrebbe diventare realtà.

Una tecnologia utile anche per ridurre lo stress mentale, recuperare informazioni da eventuali amnesie e addirittura aiutare a combattere le malattie del cervello che possono sopravanzare negli anni, con risvolti certamente positivi anche per il progresso della medicina che potrebbe offrire soluzioni efficaci come disturbi come l’Alzheimer, anche se naturalmente con ancora molta strada da percorrere davanti a sé, ma che cambierebbe radicalmente la nostra società, se applicata in larga scala. Ma come funziona?

Questa tecnologia, denominata “neurofeedback fMRI decodificato”, è in grado di stimolare la corteccia visiva andando ad inculcare le informazioni direttamente nella mente. Sono già stati effettuati alcuni esperimenti su due gruppi di persone, per determinare le differenze tra chi è stato sottoposto al trattamento della nuova tecnologia e non, con risultati soddisfacenti. Un vero salto nel futuro!

PianetaTech.it