Jobs compare a sorpresa e svela il nuovo iPad 2

8 mar 2011 · News ed Eventi

Il fondatore del colosso californiano, pur in “malattia”, non si perde l’evento. Il nuovo tablet ha due videocamere, è più sottile, più leggero e dotato di un processore centrale dual core, che ne aumenta la potenza. Disponibile anche in bianco, tra gli optional una particolare custodia magnetica. Maggiore autonomia, stesse capacità di memoria e prezzi del modello precedente dal nostro inviato TIZIANO TONIUTTI

LONDRA – Alla fine, a sorpresa, è salito sul palco sul palco dello Yerba Buena Center di San Francisco. Quando nessuno se lo aspettava. “Il 2011 sarà l’anno dell’iPad 2”, ha detto Steve Jobs, fondatore della Mela morsicata, che ha voluto essere protagonista della cerimonia di presentazione dell’ultima versione dell’iPad. “Abbiamo lavorato a lungo su questo prodotto e non volevo mancare in un giorno importante come questo”, ha detto il boss della Apple, che è apparso dimagrito ma relativamente in buona salute. Jobs, 56 anni, è ufficialmente in “malattia” dallo scorso 17 gennaio, quando ha affidato i suoi incarichi operativi a Tim Cook. Il CEO di Apple ha subito un’operazione per cancro al pancreas nel 2004 e un trapianto di fegato nel 2009. Ma stasera arriva sul palco dicendo: “Ho lavorato troppo su questi prodotti per non essere qui oggi”.

L’applauso dei fan. I presenti lo hanno accolto con un grande ovazione. “Abbiamo venduto 100 milioni di libri attraverso il nostro iBook Store”, è la prima cosa che ha detto Jobs, che indossava la classica maglia nera “turtleneck” su jeans con cintura. “Se ci fossimo seduti sugli allori avremmo probabilmente concesso quote di mercato. Invece siamo qui con un design completamente rivisto”, ha detto, parlando poi dei successi dell’app store e di iPhone: 100 milioni i melafonini venduti finora. Quanto agli iPad, sono 15 milioni quelli venduti nel 2010, e Jobs lo ha chiamato il prodotto

di consumo di maggior successo mai lanciato, paragonandolo ai tablet pc e ai tablet puri di altri produttori. Il 2011, parafrasando un classico del rock, potrebbe essere secondo Jobs “The year of the copycat”, l’anno dei cloni. “Tutti hanno in catalogo un tablet” dice Jobs. Ma è chiaro che vede e veicola il suo prodotto come qualcosa di diverso, non un semplice computer senza tastiera.

Primo contatto. Abbiamo provato il nuovo iPad e naturalmente, i due elementi che più colpiscono sono la maggiore leggerezza e la fluidità dell’esperienza d’uso. Le due fotocamere sono state chieste a gran voce dagli utenti e funzionano proprio come ci si aspetta, Il browser é più veloce, le applicazioni più reattive e la maggiore potenza del processore é decisamente avvertibile. Jobs ha utilizzato la solita, apprezzata abilita comunicativa per rendere l’idea del nuovo iPad, ma é solo toccandolo che sI può apprezzare l’elevata innovazione tecnologica che il prodotto contiene. iPad 2 é un computer a tutti gli effetti, più sottile di un telefono, e pesa quanto un tramezzino del bar. Dentro c’è la possibilità di lavorare, creare e realizzare ad un livello impensabile solo qualche tempo fa. L’impressione è che questo iPad sia quello che Jobs voleva fosse l’originale, ma che un anno fa non è stato possibile realizzare. La produzione dell’iPad di prima generazione è stata comunque interrotta, e questo nuovo modello sostituisce completamente il precedente.

Cosa cambia.
Anche se le migliorie all’hardware possono sembrare scontate e prevedibili, la realtà è che iPad è un apparecchio realizzato sulle applicazioni che può ospitare. Le nuove potenzialità sono ideali per utilizzare le “app” che Cupertino ha progettato per la seconda generazione del tablt, e naturalmente faranno felici molti sviluppatori di videogiochi. Le possibilità di iPad 2 non sono quindi tanto nell’hardware, ma nelle applicazioni che un processore più potente permette. Mostrando il nuovo iMovie per iPad, Steve Jobs si è espresso così: “Incredibile, questa cosa mi sconvolge: posso girare e montare video HD su un apparecchio di questo spessore, e inviarlo in un tap a tutto il mondo”. Ed é proprio quello che il nuovo programma permette, in tempo reale e con un’interfaccia utente decisamente potabile. Per gli appassionati di musica c’è Garageband per iPad, un vero studio di registrazione mobile con ogni tipo di strumento a disposizione e un registratore multipista. Ma non mancheranno altre migliaia di app scritte su misura per utilizzare le nuove potenzialità e le fotocamere, che aprono a iPad le porte della realtà aumentata.
Nessuna modifica al display, certo, ma il nuovo iPad ha due videocamere (una frontale e una dietro) che servono per scattare fotografie, modificarle con Photobooth, girare video e soprattutto per videochattare con con Facetime. Il nuovo tablet Apple è più leggero (da 680 grammi a 590), del 33% più sottile passando da 13,4 a 8,8 millimetri. Ha 10 ore di autonomia e un mese in stand-by.

Accessori e iOs 4.3. Non di solo tablet vive Apple. E oltre all’iPad 2 vero e proprio, Jobs ha mostrato una nuova custodia magnetica. La classica trovata Apple che da sola è in grado di spostare il mercato. Disponibile in vari colori, la custodia magnetica si aggancia allo chassis di iPad, e oltre a proteggerlo può inclinarlo e mantenerlo in posizione di lavoro. C’è poi anche un nuovo cavo esterno per visualizzare lo schermo di iPad via HDMI su televisori e monitor predisposti. Niente porta Usb o slot SD, come del resto nel precedente modello. La presentazione di oggi è stata un’occasione per mostrare un’anteprima della prossima versione del sistema operativo iOs, per iPad ma anche iPhone e iPod touch di ultima generazione. Tra le caratteristiche, il motore del browser Safari ottimizzato che permette una navigazione più veloce, e per iPhone la possibilità di creare un’hotspot wireless personale, condividendo la connessione internet dal telefono.

Dal 25 marzo in Italia, stessi prezzi.  Del nuovo iPad, Jobs ha annunciato anche il prezzo, che resta invariato rispetto alla prima versione: 499 dollari per la versione base. Il lancio negli Stati Uniti sarà a poco più di una settimana dalla presentazione: l’11 marzo prossimo, mentre in altri 26 paesi – Italia compresa – l’iPad 2 arriverà il 25 marzo.

Rimborso di 100 dollari a chi ha acquistato ora il primo iPad. Dopo l’annuncio della prossima uscita del nuovo iPad 2, la Apple ha deciso di offrire a chi ha acquistato recentemente il vecchio modello, un rimborso di 100 dollari. L’azienda ha anche abbassato di 100 dollari il prezzo dei tablet di vecchia generazione, portando il modello base a 399 dollari e offrendo modelli rigenerati a 349 dollari.

Repubblica.it > Tecnologia