L’hard disk diventa router Wi-Fi

30 giu 2011 · News ed Eventi

Desiderate che il vostro iPod o iPad possa contenere più media? Che la connessione Internet della vostra camera d’albergo sia senza fili? Che possiate avere un drive portatile Time Machine, se siete possessori di un Mac, quando viaggiate? Il dispositivo di storage di Hitachi, il G-Connect, annunciato mercoledì, con accesso a Internet per iPad, offre una soluzione a tutte queste sfide e anche di più in un unico prodotto compatto.

Bianco, delle dimensioni di un palmare, il G-Connect contiene un hard-disk da 500 GB da 2,5 pollici hard disk per conservare i vostri file, ma è molto più di un disco rigido portatile. Per cominciare, il G-Connect include hardware Wi-Fi per la creazione di una rete locale senza fili, e un software per fornire accesso dalla rete ai contenuti dell’unità. Collegate il computer a questa rete, e il G-Connect si presenterà (grazie al supporto per connessione in rete Bonjour) sia come unità di rete sia come file server con cartelle pubbliche e private accessibili da un browser. Collegate un dispositivo con sistema IOS alla rete e, utilizzando una applicazione gratuita disponibile su App Store, è possibile trasferire sul vostro dispositivo qualsiasi foto, musica e video memorizzati sul disco. Hitachi afferma che il G-Connect può supportare un flusso di dati fino a cinque video a definizione standard (SD) o tre video ad alta definizione (HD) contemporaneamente.

Il software sul G-Connect indicizza automaticamente i contenuti del disco, quando ci si collega tramite un browser Web o applicazione IOS, e quei contenuti sono automaticamente classificati come musica, video, foto o documenti, rendendo più facile cercare elementi specifici. Il G-Connect supporta anche la condivisione di iTunes, mostrandosi come un libreria condivisa in iTunes e su Apple TV per lo stremaing, e può anche trasmettere i dati certificati con standard DLNA (Digital Living Network Alliance).

A differenza di prodotti simili che sono stati recentemente annunciati, il G-Connect si può anche collegare, via Ethernet, a una rete locale cablata, che funge da ponte tra tale rete e dispositivi collegati in modalità wireless al G-Connect. In altre parole, se si collega un G-Connect a una rete via Ethernet, qualsiasi dispositivo collegato in modalità wireless al G-Connect sarà in grado di accedere ad altri computer e volumi sulla rete – e persino accedere a Internet. Quando si viaggia, questo significa che il G-Connect può trasformare la connessione Internet via cavo in albergo o in una sala riunioni in un collegamento wireless WPA-2-protetto per tutti i dispositivi informatici.

Infine, se si collega il G-Connect direttamente al computer tramite un cavo USB, si comporta come un disco rigido USB standard, compatibile con Time Machine per il backup. Quando è collegato via USB al computer, il disco è alimentato dalla connessione USB. Altrimenti, si accende tramite l’adattatore USB AC incluso.

È possibile configurare le impostazioni di rete utilizzando qualsiasi browser web. Il G-Connect WiFi e il software di indicizzazione risiedono su memoria flash, quindi è possibile riformattare il disco rigido del G-Connect, senza perdere quel software o le impostazioni.Il prodotto sarà disponibile negli USA nel mese di luglio a 200 dollari.

 

PC World Online