La telecamera che riconosce i volti in un secondo, analisi su 36 milioni

29 mar 2012 · News ed Eventi

Un sistema di rilevazione sviluppato da Hitachi individua rapidamente e con precisione un volto ripreso anche non perfettamente allineato alla camera. E’ stato progettato per i monitoraggi di sicurezza, ma le applicazioni commerciali e civili potrebbero essere altrettanto importanti. In arrivo il prossimo anno sul mercato, la tecnologia potrà dialogare anche con gli smartphone. Ma la privacy è a rischio

ARRIVA DAL GIAPPONE il nuovo sistema di sorveglianza ideato da Hitachi Kokusai Electric. Una telecamera in apparenza come tante, ma con una particolarità unica: è in grado di riconoscere un volto e identificare la persona ripresa nel tempo di un secondo, quello che impiega a confrontare l’immagine con un archivio di 36 milioni di volti.

A regime, il dispositivo di Hitachi potrebbe rivoluzionare il concetto di sorveglianza. E rappresentare un vero e proprio addio all’anonimato per milioni di individui. Per l’individuazione del soggetto ripreso in genere si passano ore davanti ai monitor per delineare le fattezze della persona e ricostruirne un identikit. La telecamera funziona analizzando il soggetto dal momento in cui viene ripreso e iniziando la ricerca istantaneamente attraverso un algoritmo che cerca le corrispondenze nel viso coi soggetti in archivio, raggruppati per caratteristiche del viso. Oltre alla sicurezza, gli impieghi della nuova tecnologia potrebbero essere anche commerciali: è sufficiente immaginarla installata in un centro commerciale, per dare un nome e cognome al flusso di clienti, naturalmente protezione dell privacy permettendo. Ma ad esempio nel caso di ladri abituali, una volta identificato l’autore di un furto con questo sistema sarebbe possibile ripercorrere nel tempo le visite al negozio, e verificare se altre sottrazioni sono avvenute in corrispondenza della presenza del soggetto individuato. Ci pensa il sistema a recuperare i fotogrammi dall’archivio, fornendo agli inquirenti uno strumento di indagine potentissimo.

Rilevazione

precisa. La tecnologia sviluppata da Hitachi permette alla telecamera di individuare un volto con un’inclinazione fino a 30 gradi in orizzontale e verticale rispetto al centro dell’ottica della camera. Ovvero, la persona può muovere il viso, ma a meno che non indossi coperture, la telecamera può indivuduarne il nome. Affinché l’algoritmo entri in funzione, il viso deve occupare un’area di almeno 40×40 pixel, una dimensione di rilievo piuttosto ridotta che rende il sistema molto efficiente. Non solo: è possibile interfacciarsi con l’algoritmo attraverso qualunque tipo di immagine fotografica o video, inviata anche da dispositivi esterni alla telecamera.

Potenza e privacy.
La tecnologia arriverà sul mercato il prossimo anno. “Il sistema si adatta particolarmente a chi fa monitoraggio di utenti e passaggio di persone in grande scala”, dicono alla Hitachi. Ma sicuramente apre nuovi scenari anche per usi meno estesi, considerando la compatibilità con gli smartphone, o addirittura di più: l’ampia parco di telecamere installate nelle città,  potrebbero un giorno essere collegate ad un grande sistema centrale di riconoscimento. E potrebbero aiutare nell’identificazione di persone scomparse o ricercate. Ma per un’applicazione su vasta scala, il legislatore dovrà definire dei nuovi criteri di privacy all’interno di cui il sistema di Hitachi possa essere impiegato. Un compito non semplice viste le potenzialità della tecnologia.

Repubblica.it > Tecnologia



  1. Facebook riconosce dal volto una foto per sapere il nome
  2. eBay, nel 2010 un acquisto al secondo
  3. Il futuro secondo IBM
  4. Undicimila messaggi al secondo così WhatsApp pensiona l’sms
  5. Google TV 2.0, secondo tentativo
  6. HyperX SSD 240GB, velocita’ secondo Kingston
  7. In orbita KaSat, da maggio disponibile la banda larga a 70 Gb per secondo
  8. Internet superveloce, a Pisa si arriva a un Terabit al secondo
  9. Internet, il piu’ veloce secondo Google
  10. Intel e il computer da un quintilione di operazioni al secondo

Assistenza

Digital 2B s.n.c. - Gestione documentale - Digitalizzazione documenti - Radio Streaming - Informatica a Marsala e Palermo in Sicilia

Facebook

Link Utili