Linux, un kernel unico per l’industria dell’elettronica

10 nov 2011 · News ed Eventi

La foundation del Pinguino annuncia la nascita di un nuovo progetto. A supporto del mercato consumer. Tra i sostenitori nomi grossi del settore

Roma – Linux, il kernel open source che ha sconfitto Windows in 20 anni (o almeno così dicono i suoi supporter) e conquistato ogni genere di prodotti appartenenti al mercato dell’elettronica di consumo (CE), si arricchisce di una nuova “offerta” destinata a beneficiare grandemente il suddetto mercato.Linux Foundation ha annunciato la nuova “Long Term Support Initiative” (LTSI) alla Linuxcon europea che si tiene in quel di Praga: l’obiettivo è quello di pubblicare una release annuale unica del kernel del Pinguino specifica per applicazioni CE, con update regolari per ogni singola versione sul biennio successivo.

“L’industria CE si è servita di Linux per ridurre i costi e velocizzare i tempi di commercializzazione – spiega il direttore esecutivo di Linux Foundation Jim Zemlin – Ora sta compiendo il prossimo passo nella riduzione di un costoso raddoppio degli sforzi necessari al mantenimento dei kernel personalizzati”.

Tramite LTSI i vari conglomerati industriali che fanno uso di Linux potranno condividere il proprio lavoro con partner e concorrenti, con il risultato (ideale) di un uso ancora più diffuso della tecnologia FOSS e un aumento del contributo dell’industria CE alla sua evoluzione complessiva. Supportano l’iniziativa di Linux Foundation aziende del calibro di Sony, Toshiba e Panasonic.

Alfonso Maruccia

Punto Informatico