Novità YouTube: 100 canali per la TV Internet

14 nov 2011 · News ed Eventi

Pubblicato da Il Conte il 1 – novembre – 2011

YouTube, il social network del mondo per condivisione di contenuti video e musicali, ha annunciato che a partire dal 2012 creerà ben 100 canali per la diffusione di prodotti di produzione professionale.

Sui canali sarà possibile trovare le produzioni delle case televisive, delle major discografiche e così via, creando in questo modo quello che potrebbe essere il modello della televisione “on demand” del futuro.

I video “ufficiali”, hanno già fatto da tempo la loro comparsa su YouTube. Numerosi artisti hanno iniziato a pubblicare i loro nuovi video musicali, ad esempio, direttamente su un canale ufficiale a loro dedicato. Una volta questo sistema era esclusiva dei piccoli gruppi che volevano farsi un nome senza dover spendere cifre iperboliche, ma ora si possono trovare pubblicità, come quella recente di Tiziano Ferro, nelle quali viene annunciata la pubblicazione del nuovo video proprio su YouTube. Questi nuovi canali saranno divisi per aree tematiche, come musica, news, intrattenimento, moda, talk show e film.

Già numerose società e artisti hanno annunciato di voler far parte di questo progetto, tra cui citiamo Madonna, Reuters, Wall Street Journal, Cosmopolitan, Marie Claire e anche alcune major di Hollywood, che metteranno a disposizione una scelta delle pellicole di loro proprietà.

Non ci sarà da pagare nessun abbonamento, in quanto i guadagni arriveranno esclusivamente dalla pubblicità, così come accade già oggi.

La decisione di sviluppare un simile progetto, tenendo conto dei dispositivi che possono dare accesso a YouTube dalla televisione di casa (come Playstation 3 o Smart TV), potrebbe davvero rivoluzionare il mondo della televisione e dell’intrattenimento casalingo. In futuro potremmo avere realtà come iTunes Store che ci forniranno film e serie TV in primissima visione, mentre su YouTube avremo gratuitamente ciò che eravamo abituati a vedere sulla rete pubblica. Ci aspettiamo che da un momento all’altro il social network sviluppi nuovi canali in streaming, che possano coprire anche gli eventi in diretta.

Business and Tech