Schmidt lascia: Larry Page è il nuovo CEO di Google

8 apr 2011 · News ed Eventi

Larry Page, nuovo CEO di GoogleCambio della guardia al Googleplex: dopo dieci anni Eric Schmidt ha lasciato le redini di Goole nelle mani di Larry Page, come era già stato annunciato all’inizio dell’anno. Page, uno dei due fondatori di BigG insieme a Sergey Brin, dovrà ora affrontare le nuove sfide anche nel settore dei dispositivi mobili, con Android che continua a conquistare quote di mercato.

L’annuncio era già stato dato lo scorso gennaio, ora però è ufficiale: Larry Page è il nuovo CEO di Google mentre Eric Schmidt ricoprirà il ruolo di presidente esecutivo, con il compito di mantenere rapporti con le istituzioni e con le altre aziende. Schmidt ha guidato BigG per dieci anni, consentendo a Google di fare un salto in avanti enorme: basti pensare che i dipendenti complessivi sono passati dai 200 del 2011 agli oltre 24 mila di oggi, sparsi in tutto il mondo.

Negli ultimi dieci anni Google si è lanciata in settori differenti con alterne fortune ma il colpo grosso è riuscito a piazzarlo proprio nel mercato della telefonia mobile: Android in meno di due anni è riuscito a conquistarsi un pubblico affezionato ed è riuscito a diventare il sistema operativo per smartphone più usato al mondo, scalzando dalla vetta della classifica lo storico leader Symbian.

Ora toccherà a Page continuare nell’impresa; qualche direttiva è già arrivata ed è in linea con quanto di buono realizzato negli ultimi anni. L’obiettivo è quello di spingere sulle app, aumentando il numero e la qualità degli sviluppatori e delle applicazioni realizzate e vendute sul Market. La sfida con Apple passa soprattutto da qui.

PianetaTech.it