Twitter corteggia TweetDeck

23 apr 2011 · News ed Eventi

Tenta di acquisirlo per 50 milioni di dollari. Inoltre annuncia di voler rendere il servizio più semplice e intuitivo. Gli obiettivi sono chiari: espandere ulteriormente i propri confini

Roma – Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Twitter starebbe tentando di acquisire TweetDeck, il desktop client Twitter preferito da molti degli utenti più attivi.L’operazione appare una manovra strategica poiché TweetDeck era già in trattative con il rivale UberMedia che aveva presentato un offerta per l’acquisizione di circa 20 – 30 milioni di dollari. La controproposta di Twitter è stata molto onerosa, pari a 50 milioni di dollari. Fino ad ora la società non si era impegnata in grandi acquisizioni e questo tentativo potrebbe rivelarsi come il più grande investimento degli ultimi tempi per Twitter. La società, secondo quanto riportato da diverse fonti, non vorrebbe farsi sfuggire l’occasione di inglobare l’applicazione e vorrebbe a tutti i costi entrare in possesso del sistema che consente di gestire e organizzare i messaggi sul sito con maggiore duttilità e senza dover accedere alla versione web.

Al momento, ammesso che l’acquisizione vada a buon fine per Twitter, ancora non è chiaro quando e come saranno introdotti i cambiamenti o come il tecnofringuello potrà sfruttare TweetDeck per aumentare il proprio traffico e per aumentare il proprio bacino d’utenza.

Intanto la società ha annunciato di essere al lavoro sul servizio per cambiare strategia aziendalee pensare a nuovi business per far avvicinare più utenti ai propri servizi. L’obiettivo è rendere più semplice ed intuitiva la navigazione dei nuovi utenti e consentire agli utenti di vecchia data di trovare, attraverso ricerche per argomento, contenuti interessanti. Aumentare il numero di iscritti e studiare nuove forme di promozione pubblicitaria sono due punti chiave per garantire a Twitter la sopravvivenza o perlomeno di rimanere sul podio tra i social network più popolari degli ultimi tempi.

Il cambio di look annunciato dalla società prevede la creazione di una nuova pagina di benvenuto più chiara con la presentazione di contenuti sulla base della propria posizione geografica per mettere in risalto i messaggi che potrebbero, ad esempio, interessare gli utenti da poco iscritti. Per gli utenti più rodati Twitter sta sviluppando strumenti per creare un flusso più ristretto di tweet in modo tale da porre in risalto i post più rilevanti, piuttosto che richiedere agli utenti di cercare tali informazioni attraverso una ricerca cronologica. Gli utenti di Twitter hanno anche creato delle liste su alcuni argomenti specifici che la società vorrebbe promuovere.

Twitter starebbe anche valutando l’uso della tecnologia EdgeRank di Facebook in grado di rilevare la visibilità dei post degli utenti. Come infatti avviene nel sito in blu, i post sono classificati sulla base di due tipi di misurazione: “più popolari” e “più recenti”. La maggior parte degli utenti apprezza tale tipo di visualizzazione: come ha anche spiegato Jonathan Strauss, CEO di Awe.sm, che monitora le campagne pubblicitarie su Twitter e Facebook, la gente vuole avere immediatamente a sua disposizione le informazioni più rilevanti e più importanti e Twitter non è ancora in grado di sviluppare questa richiesta.
Strauss è del parere che la piattaforma ha bisogno di attirare un pubblico più vasto per giustificare la propria valutazione multimiliardaria. Alla fine dell’anno la società è stata valutata intorno ai 4 miliardi di dollari, sebbene nelle trattative con Google si sia parlato di un maggiore valutazione. “La maggior parte delle persone conoscono Twitter ma non tutti hanno capito cos’è e soprattutto come possono usarlo”.

Sicuramente le ultime manovre annunciate dalla società coincidono con il ritorno al comando del co-fondatore Jack Dorsey. Secondo alcune fonti, il manager starebbe riportando nel gruppo la propria visione strategica.

Raffaella Gargiulo

Punto Informatico